Promesse Elettorali e Tarantelle Pe’ Campa’: dal Circo Nazionale alla Lettera Aperta Lucana!

I preparativi del banchetto elettorale fervono un pò ovunque. Tra una frase e una promessa, tutti pronti a servire la messa ingabbiati sotto tendoni da circo. Accorrete gente, che il pulpito palpita, scrivendo una lettera aperta per risparmiare sul Franco-Bollo. Mentre vanno in Onda le Tarantelle Pe’ Campa’.

Uno Sguardo di Sbieco al Circo Nazionale: Par Condicio, Parbleu…Par’naschifezz’!

Maroni si vuole staccare dall’Italia! Innanzitutto bisognerebbe chiedere a Bertolaso se è pronto con un Appalto-Grande Intervento straordinario della Distruzione Civile! E poi: ma quann’ mai è stat’ italian’? Sognate Barbari sognate, che quando vi sveglierete sarete sempre Lega-ti alle catene di qualcuno o di qualche rituale purificatorio vagamente battesimale! Presunzioni Liberatorie Fiscali sulle rive del Fiume Ideologico rimasto a Giussano! Evidentemente le pescate migliori sono quelle che escono dall’Eccellenza Celeste del Pirellone… 

Berlusconi vuole rimborsare l’IMU! Piazzismo di Piazza servito come una Pizza che Puzza di Rancido Servilismo da Televendita: giù nell’IMO Pozzo. Da quando ha rispolverato la Testa di Ginocchio, non si tiene più: è tutt’un arringare l’audience, perchè con la Scorta di cazzate ridotte, non può presentarsi in piazza: che pezzo di chincaglieria mediatica, buona per le riunioni tupperware dell’USA&Getta.

Monti dice che abbassa le tasse e promuove le riforme! Impossessato dal vizio pagellatorio, lo scolaro dell’Acca-demia Trilateral s’è dimenticato di farsi firmare la giustifica da Bilderberg e Goldman Sachs…o ce l’ha e non ce l’ha fatta vedere?! Ma sì che ce l’ha Mostrata: la parata di Pupi(ls) al Governo Dittatoriale sono una summa del ‘900 capitalistico-finanziario, Totalmente e Direttamente Imposta! Maccheronico Massone che va in giro senza Grembiule al Passo dell’Oco-mpasso in attesa del definitivo Tra-Passo della presunta democrazia: n’ata disgrazia!

Fini&Casini e Centrini Ricamati dalle Suore del Colonnato di Sanpietrini e Madonnari mediaticamente galleggiano appena. Eppure si sentono!

Fratellid’Italia e Grande Sud gracchiando ci s’offorno per portare un pò di Pop-Scuorn sugli spalti. E’ che con la crisi, la gente si porta da casa risi e bisi, pure al circo: non vogliamo niente, Camerieri a Oltranza che pensano sulo com’enchiersi la panza!

Bersani e Compagnia presentano un Varietà di proposte al limite dei salti mortali. Tra una rete e l’altra, volano parole e alleanze come fossero un click su mi piace. Poi gli chiedono degli F35 e subito si mette in Difesa: dovremo pur avere un fucile con cui sparare, noi che costituzionalmente non dovremmo neanche avere un retino per farfalle-Rai lottizzata! Bersa-gli del ‘ndo cojo cojo e della sinistra che è tutta ‘n tajo! Ma quando t’arRenzi all’evidenza che il D’Alema non è essere più o meno degli Amato Prodi senza B(a)ind(ol)i della matassa ingarbugliata; come ripetete fino alla nausea, il Problema è un Altro: non essere in Finocchia(ro)-ti dall’ideologia di un partito ormai andato, Parti-cipio Passato, Ito! E il Vendo-la raffredda la Bolli(wood)-tica!

Ingroia più che proporre si difende da francescano scalzo del martelletto, Assiso dalla Corte  spietata dei politicanti. Addirittura la Boccassini gli si mette di traverso. Coraggioso il passaggio in politica, ma avrei preferito che rimanesse a indagare lo Stato o è lo Stato che gli ha consigliato di candidarsi? Ipotesi strane quando nello Sta-gno iniziano a gracidare le Ranocchiette Intercettate dal Rospo che non Sputa Mai.

Grillo oramai ha il monopolio della piazza. E giustamente, perchè è l’unico che parla di ciò che viene considerato un Tabù dall’italica Tribù. Spara ad alzo zero parole che tanti ritengono populiste, perchè non vedono bene la trave che hanno…beh da qualche parte ce l’hanno gli altri, senz’altro! Viene considerato l’untore. Non so quali saranno i risultati del suo tsunami-politico, ma credo che l’esercizio democratico cha ha stimolato, male non ci farà.

 Mentre il Circo-Lucano?

Beh, in Lucania il Predicato Verbale del S’Ignora palpita a più non Pozzo nel silenzio peculiare della pacatezza meridionale. Niente altisonanze, niente danze tribali del Neo-Mazdeismo del Petrolio intorno al Fuoco Sacro della Piazza-Comizio: ormai la Campagna Elettorale si fa a mezzo tivvù, Ori-fizio quotidiano in cui scaricano ogni Coltura.

Praticamente tutti ri-Candidati nella lavatrice mediatica nazionale e locale. Ci sono vecchi Gran Visir con il proprio Harem e nuovi Capi-Tribù con i Totem-Propaganda a tentare la compulsione sociale del territorio. C’è chi li definisce Zombie e chi invece fa un esercizio che si apparenta al modo di fare di questo blog, usando la misura induttiva dal generale al locale sul proprio Giornale. In definitiva si tratta di Cacciare i Padroni e Liberare gli Schiavi

Il Circo-lo Lucano sforna tessere a più non posso: è Caccia Grossa al Socio per spolpare gli ultimi baluardi ridotti alle Ossa-Pirata! O dei Finti Clown che smistano biglietti d’Ingresso alla Politica d’Ingrasso col Discount dell’Ingrosso-Voto! Speriamo che qualcuno si ricordi che ovunque ci si giri, la Campagna prende corpo vicino a un Pozzo.

                            Word cloud astratto per la politica energetica con tag correlati e termini Archivio Fotografico - 16773813

Il punto di domanda rimane sempre quello: Schiavi In-Dotti dell’Hub Energetico, di Rifiutopoli Tossica e Nucleare od Homertosi come Testimoni del Papello? Il voto dovrà pur dire qualcosa, e speriamo che non sia sempre il solito (e)Rutto di fine abbuffata: bisogna stare leggeri. Leggeri e Intangibili come la Libertà Civile, quella che prescinde dai Favori (degli Espropri dei) Terreni o dalle Coercizioni Elettorali.

Ma -perchè il Mal-di-Ma in Lucania è pandemico! – porto l’esempio di un Classico della Letteratura Etno-Politica Lucana. E’ l’esempio dei Sei Sindaci della Val D’Agri che avevano osato annunciare dimissioni. Orbene, dopo tale gesto, ecco il resto della sottrazione di civiltà.

Annunciano le Dimissioni – Eco Lucano, Silenzio Nazionale; eppure qualcosa doveva significare;

Interviene Autilio con Lettera Aperta, parlando di Bancomat e Royalties del Petrolio, mentre MPS prende fuoco;

Revocano le Dimissioni dopo essere stati ri-chiamati ad oremus dal Predicatore Verbale, Sua  Signoria il Pulpito di Via Verrastro;

         Smettila di lamentarti parole scritte su carta a righe con una penna su di esso Archivio Fotografico - 17071967

Pro-Poste? Se questa è la Lettera agli A(p)Postoli ribelli, figuriamoci una Corrispondenza d’Amorosi Sensi: praticamente un’Orgia Politica Ap-Pena conclusa, o no?! 

Dal Paradigma  secondo cui in Lucania è sempre Tuttapposto e Nienteinordine, quello di sopra è il preambolo all’embolo che si staccherà e provocherà un ictus  in chi credeva che la rivoluzione democratica è possibile, perfino a mezzo contestazione di un terzo dei Sindaci della Valle Del Petrolio. L’Etno-Politica Lucana si nutre di archetipi che si perpetuano di generazione in generazione, includendo tutte  le tare possibili. Una di queste è stata tramandata dal salto-della-quaglia ecclesiastico o anche noto come Co(g)itus  Interruptus.

Insomma, pare che il Circo Nazionale e Lucano proponga sempre le stesse Tarantelle. Ma vaglielo a spiegare a chi nnun ssape cumm’adda fa’ pe’ campà, tipo quelli come noi che abitano nella Libera Strada, sì, proprio quella al Civico 99-Posse Ft Caparezza…

 

Questa voce è stata pubblicata in Quotidiani: dei fatti e misfatti Lucani. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...