Ipotetica risposta a un’ipotetica invettiva

Mai aduso a polemiche, tantomeno di natura sterile, mi perdoneranno gli aficionados, ma mi urge un bisognino di due parole private via web.

Viaggiando tra i link che  propongo di lato sono capitato come faccio ogni tanto su Comitato No Oil Potenza (tra l’altro qualche giorno fa ne avevo ripreso positivamente un comunicato del fondatore al quotidiano online Basilicata24). Leggo qualcosa su “[…] licenziamento senza giusta causa […]” e credo  – ma lo posso solo e solamente ipotizzare visto che il messaggio è per chi vuol intendere non avendo riferimenti diretti o nomi e cognomi – potesse far riferimento a una satirica asserzione di un mio post (https://unlucano.wordpress.com/2012/05/25/pubblica-amministrazione-provare-per-credere/), Nelle cagioni addotte alla “stupidaggine”basata su “ignoranza” come viene definita, vi sono artt. costituzione, ius romanus, voto segreto, garanzie di mandato, e altre amenità didattico-politiche.

Considerando che non ho bisogno eventualmente di spiegare alcunchè a nessuno – manco al presidente della repubblica – a meno che non mi venga esplicitamente richiesto (civilmente o meno non importa: ognuno parla come può); considerando che il solo pensiero eventuale e ipotetico di un riferimento ingiurioso senza intestazione di lettera mi fa un pò girare le palle – quantomeno per assenza di confronto diretto; ma soprattutto, considerando che non ho alcuna intenzione di entrare in lite con una persona che conosco da anni e che apprezzo per alcune sue idee, oltre che per il fatto di essere impegnato a dar battaglia allo status quo lucano a modo suo, serenamente scrivo fuori di polemica:

Miko, se stavi parlando di quanto ho anzi citato e hai voglia di scrivermi direttamente, sei il benvenuto, come chiunque del resto.

Il mio è un dubbio, e come tale gradirei venisse trattato.

Perciò, certo trattarsi di uno spiacevole equivoco, porgo i migliori auguri per il lavoro che stai / state portando avanti.

P.S.

In caso contrario, e da sempre contrario a certamen che si chiudono in amen senza una base pragmatica, allora fornirò adeguata risposta degna dell’invettiva  – questa sì – senza giusta causa, licenziandone il mandatario come merita.

Per il momento te saluto e sono.

Questa voce è stata pubblicata in Quotidiani: dei fatti e misfatti Lucani. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...