OGM: l’acronimo che modifica la genetica Lucana

Oltre al danno la beffa degli OGM.

In Lucania ci mancava solo la favoletta degli OGM per completare il disastroso quadro necromantico di un territorio ormai laboratorio d’essai per tutte le aberrazioni della natura, o quasi. Dunque, ricapitolando molto velocemente:

petrolio & affini: celo;

scorie radioattive & simili: celo;

inquinamento elettromagnetico: celo;

siderurgia & chimica altra: celo;

inceneritori & sversamenti vari: celo;

partiti politici & lassismo nepotistico collusorio/tangentista orto ed etero-statale: celo;

malaffare criminoso: celo;

cementificazione indiscriminata: celo;

mancanza di infrastrutture & cattedrali nel deserto (che di solito vanno a braccetto in questa penisola!): celo;

emigrazione massificata per lavoro + baronia culturale universitaria: celo;

chiesa vaticanica & massonerie varie: celo;

presenza servizi (segreti?!) deviati statali e (segreti?!) statali deviati: celo;

improduttivo>produttivo: celo;

sanità=parcheggio&appaltismo privatistico: celo;

malattie relazionate a tutti i punti precedenti (anche se debitamente nascoste!): celo;

Per l’appunto, mancavano gli orti in cui iniziare la sperimentazione OGM. In un futuro che è più che prossimo, come scritto dal Sig. Palazzo (GdM del 15/05/12), ENEA sarà il campo-base per la sperimentazione di patate, mais e altre colture geneticamente modificate. Il significato di una mossa del genere, può sol orisiedere nel fatto che esista – ed è ormai conclamato – un disegno poco divino ma molto terreno, in cui la Lucania deve servire da test field per sample projects. In parole povere: scelgo un territorio articolato, demograficamente spoglio, testo la mia ricerca, la immetto come prova-pilota sul mercato e, se va bene, inizio la produzione su scala. A questo serve ora la Lucania? Deve essere l’oggetto dei desideri di pionieri do ogni risma che approdano tra le lande bellissime quanto desolate e avvertano l’incontenibile anelito proto-industriale del test sul campo? Dicevo prima che sono quasi tutte le aberrazioni a cui deve far fronte unlucano. Oggi gli OGM; domani ingegneria genetica su virus mortali con test su campioni della popolazione? O già lo stanno facendo e non ce ne eravamo accorti?

Lo slogan molto poco consolatorio della pruderie venenifera che sta distrugggendo letteralmente la Lucania è: Ogni Giorno Muore unlucano!

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Quotidiani: dei fatti e misfatti Lucani. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...