http://www.olambientalista.it/index.php/cicogna-nero-petrolio/

Francesco – unlucano said: Bella Miglioramè. M’è piaciuta, nella sua infita tristezza la tua battuta è sintomatica della malattia dei nostri tempi: desolazione e incongruenze ovunque ti giri, pure azioni di marketing trasversale: “olio lucano: verde come alla pompa, amaro come pochi!”. e non posso dare neanche torto a Volturino (e sì che vorrei?!), perchè pecunia non olet, sed petroleum olet, colorat et venenum est! in fin dei conti, Volturino ha ragione: la disperazione, la fame sono elementi che non lasciano troppe chances; i parchi, sebbene nascano come difesa, sono sempre enti e in quanto tali devono obbedire all’egida dello stato italiano…a meno che. A meno che, prendendo spunto anche da Alessia, non ci vendiamo qualche politico (le mogli lasciamole stare poverette!): un bellissimo mercatino dell’usato e qualche cervello mediamente allenato a risanare e amministrare con un minimo di senso della ragioneria, della logistica (quale materia oscura per gli italiani sarà mai questa!) e di tutti gli steps atti a mandare avanti la Lucania: riprendiamocela – anche con un pò di romantica rivoluzione – e teniamocela stretta sta terra.
# 30 marzo 2012 at 16:30
  • Francesco – unlucano said: e Uagliuni & Uagliune …na bestemmia pe sta libertà!!!
    # 30 marzo 2012 at 16:33
Questa voce è stata pubblicata in Oil Posts. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...